Crea sito

..libera associazione culturale -  Via del Filatoio,16 - 06064 Panicale (Pg)

HOME PAGE CHI SIAMO LA VOCE DEL CAMPANONE PHOTOGALLERY FESTIVAL MORETTINI CONTATTI NEWSLETTER
 

 PERSONAGGI ILLUSTRI DI PANICALE - SILVESTRO PEPI

Silvestro Pepi nasce a Panicale intorno al 1570 e nella sua gioventù conosce e frequenta i padri cappuccini di Santa Croce. La prima volta in cui si trova il suo nome annoverato negli archivi cappuccini è il 1602 quando riveste già il gravoso incarico di Padre Guardiano nel convento di Lugnano in Teverina.

P. Silvestro era davvero straordinario; riuniva in sé doti di grande asceta, ma nello stesso tempo possedeva anche un forte senso pratico e perciò s’interessava di edilizia, di misure e di affari in quanto fu scelto dall’ordine come “fabbricere” una sorta di architetto – ingegnere capo mastro.

Fu ancora molte volte guardiano in molti conventi della provincia umbra ed anche segretario del  ministro provinciale. Poi divenne ministro provinciale (stessa dignità di Vescovo).

Ma la cosa più interessante è che nel suo lungo peregrinare per le città e le terre d’Europa, al seguito di ben tre Ministri Generali dell’ordine, prendendo appunti di carattere geografico e geopolitico, giunse alla realizzazione di un opera mirabile: L’Atlante Cappuccino. L’opera di P. Silvestro da Panicale, data la sua grande utilità, ebbe diverse edizioni, sempre aggiornate per la fondazione di nuovi conventi.     La sua mirabile opera venne pubblicata in Roma nel 1646, e ancora a Torino nel 1649. Il grande ed accurato lavoro di Silvestro Pepi da Panicale rimase per molti anni sconosciuto, fin quando nel 1990 venne di nuovo pubblicato a cura del Ministro Generale Cappuccini.

L’opera è composta da 49 tavole geografiche. Vi sono raffigurati moltissimi particolari relativi alle popolazioni ed alle usanze osservate nelle varie parti d’Europa. Una particolarità è da notare nella tavola n. 10 in cui viene rappresentata la provincia serafica di san Francesco (l’attuale Umbria e la provincia di Rieti), infatti rappresenta il convento di Santa Croce in Panicale un pochino più grande degli altri e sopra vi raffigura due grossi grappoli d’uva (chissà che il vino fosse già stato buono…).

Silvestro Pepi morì a Santa Croce nella sua Panicale in odore di santità nel dicembre del 1641.

<<<<<< torna indietro

 

 

 

Monumenti e Opere d'Arte   I nostri paesaggi   I personaggi Illustri
         

PAN KALON libera associazione culturale - Via del Filatoio,16  06064 Panicale Perugia  Cell. 349 1928579

ultimo aggiornamento 20/06/2015